Piano Strutturale: contributi e proposte della cittadinanza

Prende il via la revisione e l'aggiornamento del  Piano strutturale  e del  Piano operativo  del Comune

I cittadini potranno dire la loro, presentando idee, contributi e proposte attraverso una manifestazione di interesse che resterà aperta fino al 30 ottobre. È quanto stabilito dalla giunta comunale per dotare Bagno a Ripoli dei nuovi strumenti di pianificazione territoriale e urbanistica adeguati e conformi alle prescrizioni della legge regionale per il governo del territorio (legge 65/2014) e al Piano paesaggistico regionale.
Il percorso di partecipazione e i  termini dell'avviso pubblico saranno illustrati nell'assemblea con la cittadinanza che si svolgerà  mercoledì 28 giugno alle 17 nella Sala consiliare Falcone e Borsellino del Palazzo comunale.

Di seguito il “decalogo” contenente le linee strategiche e gli obiettivi della nuova pianificazione territoriale e urbanistica:

1. Consolidare le aziende esistenti e favorire l’insediamento di nuove realtà produttive
2. Contenere il consumo di suolo
3. Valorizzare gli “ambiti periurbani”
4. Tutelare e valorizzare il territorio rurale
5. Favorire lo sviluppo delle attività agricole professionali
6. Realizzare infrastrutture e servizi pubblici adeguati
7. Riqualificare e consolidare il patrimonio esistente
8. Tutelare l’ambiente attraverso uno sviluppo sostenibile
9. Tutelare e progettare il paesaggio
10. Rispondere alle esigenze abitative e consolidare l’insediamento delle famiglie residenti sul territorio.

Le proposte presentate saranno esaminate in base ai seguenti criteri orientativi:

  • elementi d’interesse pubblico e benefici per la collettività contenuti nella proposta,
  • localizzazione delle proposte in relazione al contenimento del consumo di suolo,
  • capacità di perseguimento degli obiettivi generali sopra indicati,
  • coerenza delle proposte con i caratteri indicati nell’avviso,
  • compatibilità con eventuali vincoli di tutela dei beni culturali, paesaggistici ed ambientali.

Per accedere al relativo comunicato stampa cliccare qui